Jacqueline Cochran

Jacqueline Cochran

c-016.DPG

Jacqueline Cochran K. 1943

Nato

11 Maggio 1906
Muscogee, Florida

Morto

9 agosto 1980 (74 anni)
Indio, in California

Occupazione

Aviator
Test Pilota
Portavoce
Lavoro

Coniuge(s)

Jack Cochran
Floyd Bostwick Odlum

Genitori

Ira e di Maria (Grant) Pittman

Jacqueline Cochran (11 Maggio 1906 – 9 agosto 1980) è stato un pioniere Americano aviatrice, considerato uno dei più dotati di gara i piloti della sua generazione. I suoi contributi alla formazione del wartime Women’s Auxiliary Army Corps (WAAC) e WASP (Women Airforce Service Pilots) furono anche significativi, poiché permise alle donne in futuro di avere un posto nel campo dell’aviazione, sostenendo anche il programma “Woman in Space”.

È stata onorata con numerosi premi grazie ai suoi contributi, tra cui la Distinguished Flying Cross e la Legion d’Onore francese, e detiene ancora record in aerei da corsa. I suoi successi, che includevano essere il primo pilota a fare atterraggio cieco (strumento), la prima donna a volare un aereo a reazione ad ala fissa attraverso l’Atlantico e il primo pilota a volare sopra i 20.000 piedi con una maschera di ossigeno, rimangono ispiratori soprattutto per le donne che vogliono intraprendere una carriera nell’aviazione o nel volo spaziale.

Primi anni di vita

Cochran da bambino circa 1908

I primi anni di Jacqueline Cochran sembrano essere un po ‘ un mistero, anche per coloro che la conoscevano. Anche se lei ha affermato di essere stato un orfano, senza alcuna conoscenza della sua storia di famiglia o record della sua nascita, Cochran è nato come Bessie Lee Pittman. Gli storici non sono d’accordo sulla data esatta della sua nascita, ma concordano sul fatto che fosse tra gli anni dal 1905 al 1913. È nata a Muscogee, in Florida, la più giovane dei cinque figli di Mary (Grant) e Ira Pittman, un povero operaio che si trasferì di città in città in cerca di lavoro. Come un bambino, Bessie possedeva una quantità insolita di unità e l “ambizione, e all” età di 15, ha lasciato la sua casa a DeFuniak Springs, Florida.

Ad un certo punto della sua infanzia, ha iniziato a lavorare come estetista in un salone di parrucchiere locale. A causa del suo godimento del lavoro, Cochran ha deciso che voleva finalmente iniziare la propria linea di cosmetici. Nel 1929 si trasferì a New York, dove sperava che i clienti del salone apprezzassero appieno le sue capacità. Sperava anche che la sua mossa l’avrebbe aiutata a realizzare il suo sogno di diventare un produttore di cosmetici.

Cochran ha ottenuto un lavoro in un salone alla moda in lusso Saks Fifth Avenue, e clienti entusiasti di lei. Si pensa che attraverso i suoi viaggi con i clienti, che ha pagato le sue spese, che ha fatto molto bene i soldi e stava salendo ben al di sopra delle sue prime circostanze. Cochran in seguito ha riferito che in questo momento, ha scelto il suo nome da un elenco telefonico perché la sua nuova vita glamour aveva bisogno di un nome glamour.

Mentre era a Miami nel 1932, Cochran incontrò il milionario Floyd Bostwick Odlum, un fondatore di mezza età della Atlas Corp. e CEO della RKO a Hollywood. A quel tempo, Odlum è stato segnalato per essere uno dei dieci uomini più ricchi del mondo, ed è stato immediatamente attratto da Cochran. Odlum finanziò la linea cosmetica di Cochran e alla fine le chiese di sposarlo.

Fu Odlum che per primo interessò Cochran all’idea di volare. La storia racconta che quando Cochran aveva detto Odlum del suo sogno di iniziare una linea di cosmetici, e ha suggerito che stava per “bisogno di ali” per coprire il territorio necessario per sostenere un business di cosmetici, ha preso il suo consiglio alla lettera. Dopo che un amico le ha offerto un passaggio in un aereo, un “entusiasta” Jackie Cochran ha iniziato a prendere lezioni di volo a Roosevelt Airfield, Long Island, nei primi anni 1930. Ha imparato a pilotare un aereo in sole tre settimane e ha rapidamente ottenuto la licenza di pilota commerciale.

Odlum, che ha sposato nel 1936, dopo il divorzio da un precedente matrimonio, era un finanziere astuto e esperto di marketing che ha riconosciuto il valore della pubblicità per la sua attività. Chiamando la sua linea di cosmetici “Ali”, dopo la sua ritrovata passione per il volo, Cochran ha fatto volare il suo aereo in tutto il paese promuovendo i suoi prodotti. Anni dopo, Odlum ha usato le sue connessioni di Hollywood per convincere Marilyn Monroe ad approvare la sua linea di rossetto.

Contributi all’aviazione

Conosciuta dai suoi amici come “Jackie”, e mantenendo il nome Cochran, volò la sua prima gara importante, MacRobertson Race, da Londra a Melbourne, nel 1934. Sfortunatamente, lei e il suo co-pilota, Wesley Smith, hanno dovuto abbandonare la gara a causa di problemi con i flap del loro aereo. Anche se Cochran era deluso, ha continuato a competere. Nel 1935, entrò nella famosa gara di cross-country Bendix da Los Angeles a Cleveland, ma ancora una volta dovette abbandonare a causa di problemi meccanici.

Nel 1937, fu l’unica donna a competere nella gara Bendix. Ha lavorato con Amelia Earhart per aprire la gara per le donne, che ha vinto. Quell’anno, ha anche stabilito il record nazionale di velocità, da New York a Miami: 4 ore, 12 minuti, 27 secondi, e ha raggiunto un nuovo record nazionale di velocità femminile a 203.895 miglia all’ora (328 chilometri all’ora). Di conseguenza, Cochran ha ricevuto il Clifford Harmon Trophy come pilota donna più eccezionale dell’anno. Alla fine della sua carriera, avrebbe ottenuto un totale di 15 trofei Harmon.

Nel 1938, era considerata la migliore pilota femminile negli Stati Uniti. Aveva vinto il Bendix e stabilito un nuovo record di velocità transcontinentale e record di altitudine. A questo punto, non stava più solo battendo i record della donna, ma stava stabilendo record complessivi. Fu la prima donna a rompere la barriera del suono (con Chuck Yeager proprio sulla sua ala), la prima donna a volare un jet attraverso l’oceano e la prima donna a volare un bombardiere attraverso l’Atlantico. Lei è stato opportunamente dato il titolo di “Speed Queen,” perché nessun pilota, uomo o donna, tenuto più velocità, distanza, o record di altitudine nella storia dell ” aviazione di Jackie Cochran durante la sua vita.

Prima che gli Stati Uniti entrassero nella seconda guerra mondiale, faceva parte della “Wings for Britain” che consegnò aerei di costruzione americana in Gran Bretagna, dove divenne la prima donna a pilotare un bombardiere (un Lockheed Hudson V) attraverso l’Atlantico. In Gran Bretagna, offrì volontariamente i suoi servizi alla Royal Air Force. Per diversi mesi, ha lavorato per la British Air Transport Auxiliary (ATA), reclutando donne pilota qualificate negli Stati Uniti e portandole in Inghilterra, dove si sono unite alla Air Transport Auxiliary.

Nel settembre 1940, con la guerra che infuriava in tutta Europa, Jackie Cochran scrisse a Eleanor Roosevelt per presentare la proposta di iniziare una divisione volante femminile nelle Forze aeree dell’Esercito. Sentiva che le donne pilota qualificate potevano fare tutti i lavori di aviazione domestici e non combinati necessari per rilasciare più piloti maschi per il combattimento. Si immaginava al comando di queste donne, con la stessa posizione di Oveta Culp Hobby, che era allora responsabile del Corpo d’armata ausiliario delle donne (WAAC). (Il WAAC ricevette il pieno status militare il 1º luglio 1943, rendendoli così parte dell’Esercito. Allo stesso tempo, l’unità è stata ribattezzata Women’s Army Corps .)

Sempre nel 1940, Cochran scrisse una lettera al colonnello Robert Olds, che stava aiutando a organizzare il comando di traghettamento per l’Air Corps in quel momento. (Ferrying Command era il servizio di trasporto aereo dell’Army Air Corps; il comando fu rinominato Air Transport Command nel giugno 1942). Nella lettera, Cochran suggerì che le donne pilota fossero impiegate per pilotare missioni non di combattimento per il nuovo comando. All’inizio del 1941, il colonnello Olds chiese a Cochran di scoprire quante donne pilota ci fossero negli Stati Uniti, quali fossero i loro tempi di volo, le loro abilità, il loro interesse a volare per il paese e le informazioni personali su di loro. Ha usato i registri della Civil Aeronautics Administration per raccogliere i dati.

Jackie Cochran (centro) con apprendisti WASP.

Nonostante la carenza di piloti, il generale Henry H. ” Hap ” Arnold era la persona che aveva bisogno di essere convinto che le donne piloti erano la soluzione ai suoi problemi di personale. Arnold è stato posto al comando delle forze aeree dell’esercito degli Stati Uniti quando è stato creato dal U. S. Army Air Corps nel giugno 1941. Sapeva che le donne venivano utilizzate con successo nell’ATA (Air Transport Auxiliary) in Inghilterra. Più tardi quel mese, Arnold suggerì a Cochran di prendere un gruppo di piloti donne qualificate per vedere come stavano gli inglesi. Le promise che nessuna decisione riguardo alle donne che volavano per l’USAAF sarebbe stata presa fino al suo ritorno.

Quando il generale Arnold chiese a Cochran di andare in Gran Bretagna per studiare l’ATA, chiese a settantasei delle donne pilota più qualificate-identificate durante le ricerche che aveva fatto in precedenza per il colonnello Robert Olds—di venire a volare per l’ATA. Le qualifiche per queste donne erano alte-almeno 300 ore di volo, ma la maggior parte delle donne pilota aveva più di 1.000 ore. La loro dedizione era alta pure-hanno dovuto coprire il conto per il viaggio da New York per un colloquio e a Montreal per un esame fisico e controllo di volo. Quelli che sono arrivati in Canada hanno scoperto che anche il tasso di washout era alto. Venticinque donne superarono i test e due mesi dopo, nel marzo 1942, andarono in Gran Bretagna con Cochran per unirsi all’ATA. Sebbene la maggior parte delle donne che volavano nell’ATA fossero un po ‘ riluttanti ad andare perché volevano volare per gli Stati Uniti, quelle che andarono divennero le prime donne americane a pilotare aerei militari.

Dopo l’entrata in guerra dell’America, nel 1942, Cochran fu nominata direttrice dell’addestramento al volo femminile per gli Stati Uniti. Come capo del Women Airforce Service Pilots (WASP) ha supervisionato la formazione di oltre 1000 donne pilota. Per i suoi sforzi di guerra, ha ricevuto la Distinguished Service Medal e la Distinguished Flying Cross.

Alla fine della guerra, fu assunta da una rivista per riferire sugli eventi globali del dopoguerra. In questo ruolo, ha assistito alla resa del generale giapponese Tomoyuki Yamashita nelle Filippine, quindi è stata la prima donna (non giapponese) ad entrare in Giappone dopo la guerra, e ha partecipato ai Processi di Norimberga in Germania.

Dopo la guerra, ha iniziato a volare il nuovo aereo a motore a reazione, andando a stabilire numerosi record. Più vistosamente, è diventata la prima donna pilota a ” go supersonic.”Nel 1948, Cochran si unì alla U. S. Air Force Reserve, dove alla fine salì al grado di Tenente colonnello.

Incoraggiata dall’allora maggiore Chuck Yeager, con cui condivise un’amicizia per tutta la vita, il 18 maggio 1953, a Rogers Dry Lake, in California, Cochran volò un Canadair F-86 Sabre preso in prestito dalla Royal Canadian Air Force ad una velocità media di 652.337 mph, diventando la prima donna a rompere la barriera del suono.

Nel 1960, è stata sponsor del programma Woman in Space, un primo programma per testare la capacità delle donne di essere astronauti. Un certo numero di donne ha superato o superato i risultati degli astronauti maschi prima che la NASA cancellasse il programma. Il Congresso ha tenuto audizioni sulla questione, durante le quali John Glenn e Scott Carpenter hanno testimoniato contro l’ammissione delle donne al programma astronauta.

Cochran è stata la prima donna a stabilire un certo numero di record nel corso della sua vita. Lei è stata la prima donna ad atterrare e decollare da una portaerei, la prima donna a raggiungere Mach 2, la prima donna sancito Aviation Hall of Fame a Dayton, in Ohio, il primo pilota a rendere ciechi (strumento) di atterraggio, l’unica donna finora mai essere Presidente della Federation Aeronautique lnt l (1958-1961), la prima donna a volare un ala fissa, jet attraverso l’Atlantico, il primo pilota a volare sopra i 20.000 piedi con una maschera d’ossigeno, e la prima donna a entrare Bendix Trans-continental Race.

Attività politiche

Cochran non era solo un pioniere dell’aviazione, ma aveva anche aspirazioni politiche, per promuovere i diritti delle donne. Ha funzionato per il Congresso nel suo distretto domestico della California come il candidato per il partito repubblicano. Anche se ha sconfitto un campo di cinque avversari maschi per vincere la nomination repubblicana, nelle elezioni generali ha perso contro il candidato democratico e primo membro del Congresso asiatico-americano, Dalip Singh Saund. La sua battuta d’arresto politica è stata uno dei pochi fallimenti che abbia mai sperimentato, e non ha mai tentato un’altra corsa.

Coloro che conoscevano Jacqueline Cochran hanno detto che la perdita l’ha infastidita per il resto della sua vita. Tuttavia, come risultato del suo coinvolgimento in politica e nell’esercito, sarebbe diventata amica intima del generale Dwight Eisenhower. All’inizio del 1952, lei e suo marito aiutarono a sponsorizzare un grande raduno al Madison Square Garden di New York, a sostegno di una candidatura presidenziale di Eisenhower. Il rally è stato documentato su pellicola e Cochran personalmente volato in Francia per una proiezione speciale presso la sede di Eisenhower. I suoi sforzi si rivelarono un fattore importante nel convincere Eisenhower a candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti nel 1952. Ha continuato a svolgere un ruolo importante nella sua campagna di successo, ed è diventato amici intimi con il presidente. Eisenhower visitò spesso Cochran e suo marito nel loro ranch in California e, dopo aver lasciato l’ufficio, scrisse parti delle sue memorie lì.

Eredità

Jackie Cochran in piedi sull’ala del suo F-86 mentre parla con Chuck Yeager e il pilota collaudatore capo di Canadair Bill Longhurst.

Jacqueline Cochran morì il 9 agosto 1980, nella sua casa di Indio, in California, che condivideva con suo marito, Floyd Odlum. Era una residente di lunga data della Valle di Coachella, ed è sepolta nel cimitero di Coachella Valley. Ha utilizzato regolarmente Thermal Airport nel corso della sua lunga carriera aeronautica. L’aeroporto, che era stato ribattezzato Desert Resorts Regional, è stato nuovamente ribattezzato “Jacqueline Cochran Regional Airport” in suo onore. Questo aeroporto ora ospita un air show annuale chiamato per lei.

I suoi successi aeronautici non guadagnarono mai l’attenzione mediatica continua data a quelli di Amelia Earhart, che potrebbe in parte essere attribuito al fascino del pubblico per coloro che muoiono giovani al culmine della loro carriera. Inoltre, l’uso da parte di Cochran dell’immensa ricchezza di suo marito ha ridotto la natura da stracci a ricchezze della sua storia. Ciò nonostante, merita un posto nelle fila delle donne famose nella storia, come uno dei più grandi aviatori di sempre, e una donna che ha spesso usato la sua influenza per far avanzare la causa delle donne nell’aviazione.

Nonostante la sua mancanza di istruzione, Cochran aveva una mente veloce e un’affinità per gli affari, dimostrata attraverso il suo investimento nel campo dei cosmetici, che si è rivelato redditizio. Più tardi, nel 1951, la Camera di Commercio di Boston l’ha votata una delle venticinque donne d’affari eccezionali in America. Nel 1953 e nel 1954, l’Associated Press la nominò “Donna dell’anno nel mondo degli affari.”

Benedetta dalla fama e dalla ricchezza, donò molto tempo e denaro a opere caritatevoli, specialmente con coloro che provenivano da ambienti poveri come il suo.

Premi

Cochran ha ricevuto citazioni e riconoscimenti da numerosi paesi in tutto il mondo nel corso della sua carriera. Nel 1949, il governo francese riconobbe il suo contributo alla guerra e all’aviazione, assegnandole la Legion d’Onore e di nuovo nel 1951, con la French Air Medal. È l’unica donna a ricevere la Medaglia d’Oro dalla Federation Aéronautique Internationale. Avrebbe continuato ad essere eletta nel consiglio di amministrazione di quel corpo e direttore della Northwest Airlines negli Stati Uniti. A casa, l’Air Force le ha conferito la Distinguished Flying Cross e la Legion of Merit.

Altre onorificenze includono:

  • Nel 1965, Jacqueline Cochran è stata inserita nella International Aerospace Hall of Fame.
  • Nel 1971 è stata inserita nella National Aviation Hall of Fame.
  • Nel 1985, l’Unione Astronomica Internazionale assegnò il nome Cochran a un grande cratere (100 km di diametro) sul pianeta Venere.
  • Divenne la prima donna ad essere onorata con una mostra permanente dei suoi successi presso la United States Air Force Academy.
  • Nel 1996, l’Ufficio postale degli Stati Uniti l’ha onorata con un francobollo da 50¢, che la ritraeva davanti a un pilone del Bendix Trophy con il suo P-35 sullo sfondo e le parole: “Jacqueline Cochran Pioneer Pilot.”
  • È stata inserita nella Motorsports Hall of Fame of America nel 1993.
  • Lei è uno dei 2006 inductees nella Lancaster, California Aerospace Walk of Honor, e la prima donna ad essere introdotto.
  • C’è un aeroporto pubblico aperto che prende il suo nome vicino a Palm Springs, in California, chiamato Jacqueline Cochran Regional Airport, nonché uno spettacolo aereo annuale chiamato Jacqueline Cochran Air Show.

Note

  1. Eisenhower Archives, Memorandum al maggiore generale Yount. Url consultato il 31 ottobre 2007.
  2. Eisenhower Archives, Memorandum per assistente Capo di Stato maggiore dell’aria. Url consultato il 30 ottobre 2007.
  3. Eisenhower Archives, Premio di Distinguished Service Medal. Url consultato il 30 ottobre 2007.
  4. NASA, Lovelace Donna nel programma spaziale. Url consultato il 30 ottobre 2007.
  5. Mercury 13, Le donne dell’era Mercury. Url consultato il 30 ottobre 2007.
  6. Eisenhower Archives, Speciale per Jacqueline Cochran, Rapporti radio. Url consultato il 30 ottobre 2007.
  • Ayers, Billy Jean Pittman e Beth Dees. Superwoman Jacqueline Cochran: Ricordi di famiglia sul famoso pilota, Patriota, moglie e donna d’affari. Auto-pubblicato: Authorhouse, 2001. ISBN 0759667632
  • Carl, Ann Baumgartner. Una VESPA Tra le aquile. Washington, DC: Smithsonian Institute, 2000. ISBN 1560988703
  • Cochran, Jacqueline e Maryann Bucknum Brinley. Jackie Cochran: L’autobiografia della più grande donna pilota nella storia dell’aviazione. New York: Bantam Books, 1987. ISBN 055305211X
  • Cochran, Jacqueline. Le stelle a mezzogiorno. Boston: Piccolo, Brown e compagnia, 1954. ISBN 0405121563
  • McGuire, Nina e Sandra Wallus Sammons. Jacqueline Cochran: Aviatore senza paura dell’America. Lago Buena Vista, FL: Tailored Tours Publishing, 1997. ISBN 0963124161
  • Merryman, Molly. Ali tagliate: The Rise and Fall of the Women Air Force Service Pilots (WASPs) of World War II. New York: New York University Press, 1998. ISBN 0814755674
  • Reminiscences of Jacqueline Cochran Columbia University Aviation Project, Oral History Research Office, 1961. ISBN 0884550435
  • Williams, Vera S. WASPs: Women Air Force Service Pilots of World War II. St. Paul, Minnesota: Motorbooks International, 1994. ISBN 0879388560

Tutti i link recuperati 13 marzo 2018.

  • National Women’s Hall of Fame: Jacqueline Cochran
  • AirNav: Aeroporto regionale KTRM-Jacqueline Cochran

Credits

Redattori e redattori dell’Enciclopedia del Nuovo Mondo hanno riscritto e completato l’articolo di Wikipedia secondo gli standard dell’Enciclopedia del Nuovo Mondo. Questo articolo si attiene ai termini della licenza Creative Commons CC-by-sa 3.0 (CC-by-sa), che può essere utilizzata e diffusa con una corretta attribuzione. Il credito è dovuto secondo i termini di questa licenza che può fare riferimento sia ai contributori dell’Enciclopedia del Nuovo Mondo che ai contributori volontari disinteressati della Wikimedia Foundation. Per citare questo articolo clicca qui per un elenco di formati di citazione accettabili.La storia di precedenti contributi da wikipediani è accessibile a ricercatori:

  • Jacqueline Cochran storia

La storia di questo articolo, poiché è stato importato a New World Encyclopedia:

  • la Storia di “Jacqueline Cochran”

Nota: Alcune restrizioni possono essere applicate per l’utilizzo di singole immagini, che sono concesso in licenza separatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.