Jean Rhys

Una vita di esilio

Nel 1907, Rhys lasciò la Dominica per l’Inghilterra, dove si iscrisse alla Perse School for Girls di Cambridge. La partenza è stata tipica per le giovani donne coloniali della sua stazione che sono stati incoraggiati a finire le loro educazioni all’estero. Anche se Rhys ha abbracciato il viaggio con un senso di avventura, il contrasto tra il clima inglese freddo e umido e l’ambiente lussureggiante della sua casa sull’isola avrebbe perseguitato Rhys per tutta la vita. Alla Scuola Perse, secondo Angier, era tormentata dai compagni di classe che disapprovavano il suo background creolo e la sua mente veloce. Rhys trascorse due anni alla Perse School prima di iscriversi all’Accademia d’Arte Drammatica nel 1909, con l’intenzione di diventare un’attrice. La sua permanenza fu breve, ma prima di andarsene, Rhys firmò un contratto per diventare una corista. Quando suo padre morì e il denaro divenne scarso, iniziò a girare l’Inghilterra con una compagnia teatrale. Né la vita del teatro né le città squallide in cui si esibiva detenevano molto fascino per Rhys, ma trovò una sorta di cameratismo tra le coriste. Secondo Angier, ” le ragazze parlavano una lingua segreta, come quelle di casa-il patois dei servi, o il linguaggio delle donne Carib, che gli uomini non conoscevano.”Rhys, scrive Angier,” condivideva la loro dipendenza da mascotte, superstizione, portafortuna. Soprattutto ha condiviso la loro semplice divisione dei sessi. Gli uomini erano o protettori o sfruttatori; le donne erano o vincitori o perdenti, e ciò che hanno vinto o perso erano gli uomini.”

Rhys sarebbe stata legata a una successione di uomini per tutta la sua vita. La sua dipendenza emotiva e finanziaria da loro è stata esacerbata dal suo alcolismo per tutta la vita. “Quando un po’ stretto, “Rhys ha scritto più tardi nella sua vita,” Posso rilassarmi-anche ci sono giorni di lettere rosse in cui sento che dopo tutto sono divertente come la prossima donna davvero. Tuttavia questo non accade spesso.”La prima storia d’amore di Rhys, la sua più traumatica e decisiva, iniziò nel 1910 quando incontrò un distinto e rispettabile inglese di nome Lancillotto Hugh Smith. Il potere e il fascino di Smith affascinarono Rhys, ma lei fu devastata quando finì la relazione e dispose di pagare a Rhys un’indennità mensile. Sola con la sua disperazione, Rhys iniziò a scrivere diari e quaderni che registravano i suoi stati emotivi; fu il suo primo tentativo da quando era una ragazza in Dominica di ordinare la sua esperienza attraverso la scrittura. Nella voce di Julia, la protagonista del suo secondo romanzo dopo aver lasciato il signor. Mackenzie, Rhys ha scritto, ” Sapevo che se potessi arrivare alla fine di quello che stavo sentendo sarebbe la verità su me stesso e sul mondo e su tutto ciò che si puzzle e dolori per tutto il tempo.”Rhys impacchettò questi quaderni nel fondo di una vecchia valigia e rimasero nascosti per anni, ma l’idea di scrivere aveva preso piede.

Rhys ha continuato a ricevere denaro da Smith e per i prossimi anni ha vissuto una vita scarsa in una pensione di Londra. Nel 1917 conobbe Jean Lenglet con il quale si fidanzò dopo poche settimane. La sua relazione con Lenglet rafforzò un modello di esilio e rottura che sarebbe diventato familiare a Rhys. Nel 1919 si sposarono e si trasferirono in Olanda, dove Rhys lavorava in un ufficio. Poco dopo, si trasferirono a Parigi. Rhys, ora incinta, ha lavorato per un periodo come tutor inglese. Ha dato alla luce un figlio, William Owen, che morì nel giro di poche settimane. Lenglet, che era ormai coinvolto in una serie di attività clandestine e illegali, ha continuato a viaggiare in tutta Europa, a volte per eludere le autorità. Dal 1919 al 1922, Rhys seguì la Lenglet a Vienna, Budapest, Bruxelles e Parigi, mentre lavorava in uffici e negozi di abbigliamento o traduceva articoli in inglese per aiutare il marito. A Bruxelles, Rhys ebbe un’altra figlia, Maryvonne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.